L’auto elettrica che va da 0 a 100 in 1,9 secondi

La supercar giapponese Aspark Owl scende su pista e sbaraglia la concorrenza bruciando lo 0-96 km/h in meno di due secondi

Sembra un gufo, va veloce come un missile e non fa il minimo rumore. Dopo averla vista al Salone di Francoforte dello scorso anno, ora la Aspark Owl è finalmente scesa in strada per dimostrare davvero ciò che sa fare. Hypercar nata in Giappone, ha il classico profilo delle vetture estreme, con linee nette che tagliano l’aria per sfuggire all’inevitabile attrito e rubarle ancora qualche centesimo di secondo. D’altro canto però si distingue dalle concorrenti per un profilo diverso dal solito, che ricorda quello di un gufo, animale decisamente poco diffuso in questo mondo. Quando si pensa a qualcosa di veloce di certo non viene in mente il tozzo rapace eppure è stato proprio il design a colpire di più gli appassionati. Quei fari a elle accompagnati da un muso che punta in basso e dalle portiere ad ali di gabbiano è piaciuto. E parecchio pure.

Se si vuol essere competitivi nel mondo delle hypercar però l’estetica non basta, contano i fatti, e così la Aspark ha portato la vettura su pista.

I risultati sono stati eccellenti. Lo scatto da zero a 60 miglia orarie (96 km/h) è stato bruciato in meno di due secondi, 1,921 ad essere precisi, e il tutto è stato ripreso e postato su YouTube. Il video dell’impresa puoi vederlo qui sotto e dispiace che Alspark non si sia impegnata un po’ di più. Fosse stato un marchio statunitense avrebbero condito quei due soli secondi di scatto con musiche coinvolgenti, slowmotion ed effetti speciali, invece i sobri giapponesi hanno optato per un filmato senza fronzoli ma comunque impressionante.

A parte l’auto in sé è il sibilo a colpire. La Owl infatti è una vettura cento per cento elettrica. Dotata di propulsore da 436 cavalli e quattro ruote motrici, l’hypercar può contare su un peso di soli 830 chilogrammi, merito soprattutto della fibra di carbonio che la riveste e di interni scarni che ne sottolineano il carattere sportivo. Così come sportiva è anche l’autonomia. Alla potenza bestiale e alle alte performance, la Owl risponde con miseri 150 chilometri percorribili in solo elettrico, una cifra davvero bassa ma che, dopotutto, è comprensibile. Qui si vuole andare veloci come dimostra questo secondo video, che testimonia il riscaldamento delle gomme prima del test.

Insomma, se ti piace sappi che presto la Owl dovrebbe entrare in produzione. Stando al fabbricante, ne verranno prodotti solo 50 esemplari con un prezzo leggermente fuori mercato: 3,5 milioni di euro. Tasse escluse, ovviamente.

Sorgente: L’auto elettrica che va da 0 a 100 in 1,9 secondi – Wired

Article written by