Bergamo scienza – Digital edition XVIII edizione

BergamoScienza c’è!
La pandemia causata dal nuovo coronavirus ha colpito 188 paesi e innumerevoli
città nel mondo. Nell’immaginario nazionale e internazionale però, una città in particolare
è diventata il simbolo di questa tragedia globale: Bergamo.
Bergamo ha visto per prima il potenziale distruttivo di Covid‐19 e per prima ha
risposto con straordinario eroismo, generosità e competenza. Non solo attraverso
i medici, gli infermieri e tutti gli operatori impegnati in prima linea nell’emergenza,
ma anche attraverso i suoi cittadini e le loro azioni quotidiane.
Bergamo è diventata un tragico modello di quello che sarebbe potuto accadere –
e che spesso è poi accaduto, nonostante non fosse più una sorpresa – in molte
città nel mondo, da New York a Londra. E ora può diventare un modello di ripresa,
capace di mostrare a tutti come ci si rimette in piedi. E c’è un solo modo per farlo.
Dalle terapie sperimentali ai vaccini, dalle nuove strategie di tracciamento dei contagi
alle responsabilità dei singoli nella trasmissione del virus, l’unico modo per
andare avanti è tornare a mettere la scienza al centro: non tanto – o non solo –
come avanzare della conoscenza che produce nuove soluzioni tecnologiche, ma
soprattutto come modo di pensare, comportarsi, scegliere.
E Bergamo è una città della scienza. È stata la prima a ospitare un grande evento
culturale di divulgazione, il primo festival scientifico in Italia, e da 17 anni ogni
autunno invita i grandi della scienza a livello mondiale – tra cui 26 premi Nobel – e
coinvolge il pubblico in quindici giorni di laboratori, spettacoli e conferenze alla
scoperta del mondo che cambia.
La capacità di coinvolgere i più giovani negli eventi del festival in qualità di protagonisti
e non di spettatori, è valsa alla città e al festival di BergamoScienza gli
auguri del Presidente Mattarella, che ben conosce il ruolo della conoscenza nel
liberare le nuove generazioni e produrre ricchezza, salute, benessere e felicità.
In questo contesto speciale la XVIII edizione di BergamoScienza si terrà da sabato
3 a domenica 18 ottobre 2020 con un’edizione tutta in digitale.
L’emergenza sanitaria non ferma dunque il festival, che, mettendo al primo posto la
sicurezza del suo pubblico, si sposta sul web per una versione interamente online.
Buona scienza a tutti

https://www.bergamoscienza.it/

Bergamo Scienza programma digital Edition